Passion for Timber

Efficienza su rotaia

Sulla strada verso una logistica sostenibile

Pfeifer promuove la mobilità elettrica nella logistica interna e sposta i trasporti in entrata e uscita su rotaia, laddove possibile. Ciò migliora l'efficienza e favorisce la tutela ambientale.

Le più importanti tendenze attuali come la sostenibilità e la digitalizzazione stimolano grandi cambiamenti anche nel settore della logistica. La direzione di Pfeifer investe costantemente nel miglioramento dei processi logistici, sia all'interno dell'azienda che in entrata e in uscita, in collaborazione con gli spedizionieri e le ferrovie. "Tutti gli aumenti di volume nella produzione richiedono una logistica proporzionalmente efficiente", sottolinea il responsabile della logistica Herbert Stöckl, che sta gradualmente mettendo in pratica le tendenze menzionate. Pfeifer sta attualmente inviando un chiaro segnale con la conversione da carrelli elevatori diesel a elettrici, che a medio termine avverrà in tutta l'azienda. Il primo veicolo ad essere messo alla prova è stato un camion da 16 tonnellate a Kundl a partire dall'autunno 2018, e nel frattempo diversi camion da 8 e 16 tonnellate stanno dimostrando il loro valore nell'uso quotidiano in varie sedi. “I carrelli elevatori elettrici sono più efficienti, richiedono meno manutenzione e sono più facili da riparare. In questo modo riduciamo il consumo di combustibili fossili e le emissioni di CO2 negli stabilimenti”, afferma Stöckl. Le infrastrutture necessarie, ad esempio un numero sufficiente di stazioni di ricarica, sono già state create, la formazione del personale e la formazione continua sulle macchine accompagnano la conversione. “I carrelli elevatori diesel vengono utilizzati in casi eccezionali, ad es. in quegli stabilimenti dove grandi distanze o pendenze richiedono e giustificano il loro uso”, afferma Stöckl.

Herbert Stöckl (r.) und sein Team steuern sämtliche Logistikprozesse

Herbert Stöckl (a destra) e il suo team gestiscono tutti i processi logistici

Efficienza su rotaia

Dal 2011/12 Pfeifer punta sul trasporto ecologico su rotaia. Nel frattempo, circa 350 treni in blocco unico (la maggior parte dei quali in ingresso) sono in circolazione ogni anno esclusivamente per l'azienda austriaca. In termini di volumi trasportati, la curva punta verso l'alto; dopo le 900.000 tonnellate del 2018, sono previsti ulteriori aumenti annuali del 30-40%. La possibilità di deviare i trasporti di legna in tronchi verso le località di Unterbernbach, Uelzen o Kundl a seconda delle esigenze rende il Gruppo Pfeifer l'attore principale dell'industria del legno in termini di logistica. In futuro, i trasporti ferroviari dovranno essere potenziati ancora di più, secondo Stöckl:

“Idealmente, in futuro tutti gli stabilimenti avranno un proprio binario di raccordo ferroviario per la consegna di legna in tronchi e il trasporto dei prodotti lavorati. Oltre alla riduzione del traffico, alla ridistribuzione flessibile e all'approvvigionamento sicuro di materie prime, i tempi di carico prolungati richiedono il potenziamento dei collegamenti ferroviari”

La direzione dell'azienda sostiene questo impegno con investimenti in ferrovie di raccordo esistenti e con gli sforzi per creare nuovi binari di raccordo.

I carrelli elevatori elettrici dimostrano la loro efficacia nei diversi stabilimenti ogni giorno

Procedure uniformi

Al fine di controllare meglio i processi interni e stabilire standard uniformi, prima della fine del 2019 è stato creato a Imst un nuovo centro logistico. Presso il terminal centrale di registrazione tra i tre stabilimenti di produzione di Imst, le formalità per i trasporti su camion in entrata e in uscita vengono espletate dalle 6.00 alle 22.00, mentre il carico delle merci avviene ancora presso i rispettivi stabilimenti. Un effetto positivo della riorganizzazione: una sensibile riduzione del traffico attorno agli stabilimenti. Questo progetto segna il completamento positivo della standardizzazione dei processi logistici a livello di gruppo, pianificata a partire dal 2010/11. La base di una logistica ottimizzata è costituita da processi sempre più digitalizzati o automatizzati, dalla fornitura alla consegna, che richiedono personale qualificato per la loro gestione e controllo. "I nostri collaboratori sono coinvolti in tutti i processi o in ulteriori sviluppi in modo da comprendere i volumi di lavoro che Pfeifer gestisce", spiega Stöckl. I volumi sono considerevoli:

ogni anno Pfeifer movimenta dai 6 ai 7 milioni di tonnellate, solo in uscita ed entrata.

All’interno degli stabilimenti queste quantità vengono spostate più volte da A a B. Gli impianti di trasporto del legno residuo garantiscono procedure logistiche meno frenetiche e più efficienti negli stabilimenti e riducono distanze e l’uso di macchinari nell'area aziendale.

Herbert Stöckl

responsabile della logistica

“I carrelli elevatori diesel vengono utilizzati in casi eccezionali, ad es. in quegli stabilimenti dove grandi distanze o pendenze richiedono e giustificano il loro uso”

  • 900.000 t
    Trasporti ferroviari nel 2018
  • 35 %
    Aumento dei trasporti ferroviari nel 2017 - 2018
  • 1,3 milioni di tonnellate
    Trasporti ferroviari stimati per il 2020
Accept
More Information
This website uses cookies for the anonymous analysis of the website behaviour of its visitors. The purpose of these cookies is to improve the supply of information offered. If you do not want this, you can individually manage the cookie setting in your browser and deactivate the placement of cookies. Otherwise, we assume that you agree. With the use of this site you accept our data protection statement.